Il crumble di ciliegie di Anna

Una di quelle preparazioni che, (e chissà perché) ogni volta che ne leggevo, pensavo… no, non mi piacerebbe, quindi mai provata, né letta con attenzione nessuna ricetta.
Saranno state forse le briciole che non mi convincevano, o nessuna cosa in particolare… ma spesso mi capita, poi però non ho alcun problema ad assaggiare, ci mancherebbe 😉
E così è stato quando Anna lo ha portato al corso a Firenze
Poi l’ho assaggiato, ed è stata una sorpresa 🙂
Forse perché il crumble di Anna era con le ciliegie, che adoro, o forse sono state proprio le briciole quasi croccanti e ancora un poco tiepide a piacermi, proprio quelle a cui avrei detto no, che contrastavano deliziosamente con un gelato al fior di latte che era la fine del mondo!
O forse il fatto che ogni tanto tra caldo e freddo, tra cremoso e croccante, ti capitasse in bocca una ciliegia succulenta e dolcissima!
E meno male che, se ho qualche pregiudizio quando c’è da fare, non ne ho, invece, si tratta di provare, assaggio di tutto!
Avrei voluto assaggiare anche una seconda volta, così giusto per convincermi che mi piacesse davvero 😉
… ma tempo qualche minuto ed il crumble era finito!
Per cui ho chiesto la ricetta ad Anna, e appena a casa, ho replicato.
 

IL CRUMBLE DI CILIEGIE DI ANNA COL GELATO AL FIOR DI LATTE
 

Ingredienti:

600 gr. ciliegie (meglio i bei duroni sodi !)
200 gr .farina
125 gr. zucchero
125 gr. di burro a pezzettini messo a ghiacciare in freezer
cannella o/e un pizzico di cardamomo

Procedimento:

Snocciolare con pazienza le ciliegie, imburrare una pirofila da poter poi portare in tavola (il crumble non si sforma…) spargere sul fondo in maniera uniforme le ciliegie.
Mettere nel mixer farina, burro ghiaccio (è importantissimo) e zucchero e frullare per un paio di minuti, l’insieme deve risultare sabbioso. Coprire le ciliegie con questo composto, livellare bene e cospargere con cannella e/o cardamomo (a dire il vero il cardamomo non l’ho mai messo in questa ricetta ma siccome recentemente l’ho usato e mi piace parecchio l’aroma… potrebbe essere un’idea!)
 
La pirofila diametro 25cm. è quella giusto per le dosi.
Dunque si cuoce a 200° per circa 40 minuti o fino a quando non si vede che le ciliegie cominciano e sprigionare qua e là il loro succo vermiglio e la pasta non è dorata !
L’ideale è gustato tiepido assaporandolo lentamente con gelato al fiordilatte !
 
note mie: ovviamente ho usato la cannella 🙂
Share: